I 4 stadi della cellulite. Come riconoscerli e come contrastarli.


Gran parte di noi donne ne soffriamo, ma cos’è esattamente la cellulite, e cosa possiamo fare?

La cellulite è una malattia, il suo nome scientifico è PEFS Panniculopatia Edemato Fibro Sclerotica, ed è uno stato infiammatorio del tessuto adiposo sottocutaneo, che porta all’accumulo di liquidi.

Essendo una malattia a tendenza progressivamente evolutiva, vi spiego quali sono i 4 stadi per imparare a conoscerla, prevenirla e curarla.

STADIO 1: Cellulite Edematosa

Fase iniziale, in cui prevale il ristagno dei liquidi, è una condizione reversibile che può essere curata.

Segni: la pelle si presenta più pastosa e fredda al tatto, appaiono i primi segni della ”buccia d’arancia”.

Sintomi: non visibili in questa fase.

STADIO 2: Cellulite Fibrosa

Nel tessuto adiposo si formano piccoli noduli, è una condizione reversibile se trattata tempestivamente.

Segni: la “buccia d’arancia” presenta avvallamenti più o meno profondi e il colorito non è uniforme.

Sintomi: comprimendo le zone colpite si avverte un leggero dolore e al tatto è più fredda delle zone circostanti.

STADIO 3: Cellulite Sclerotica Molle

Aumentano i noduli, possono comparire segni di insufficienza venosa e/o linfatica con edema dei tessuti. Il problema è ancora reversibile.

Segni: la pelle presenta molti avvallamenti, possono comparire lividi in seguito ai problemi circolatori.

Sintomi: dolore al tatto e cute fredda.

STADIO 4: Cellulite Sclerotica

Peggioramento di tutte le alterazioni degli stadi precedenti, la pelle presenta il tipico aspetto a “materasso”. A questo stadio d’avanzamento i problema è purtroppo irreversibile.

La localizzazione tipica della cellulite sono: le cosce, i glutei e l’interno ginocchio.

Spesso capita di confondere la cellulite con il grasso e viceversa, ma, nell’accumulo di grasso l’adiposità è distribuita diffusamente, la pelle è liscia e tonica, la temperatura è normale, non c’è dolore al tatto né buccia d’arancia. Di solito si localizza a livello di: pancia, fianchi, ginocchio, dorso, torace e braccia.

La cellulite può avere fattori predisponenti e scatenanti:

  • genetici (familarità)

  • costituzionali (obesità)

  • ormonali (uso di contraccetivi orali, ipotiroidismo)

  • circolatori (insufficienza venosa, fragilità dei capillari)

I fronti su cui agire sono 3:

1.ALIMENTAZIONE

Prediligere frutta e verdura ricche in potassio perché contrasta la ritenzione del sodio;

bere almeno 2l di acqua al giorno lontano dai pasti;

aumentare il consumo di mirtilli e frutti di bosco, in quanto ricchi di vitamina C, utile per il benessere dei vasi sanguigni;

ananas e sedano perchè stimolano la diuresi.

2.ESERCIZIO FISICO e MOVIMENTO

3.CORRETTO STILE DI VITA

No a fumo, ai tacchi alti e agli abiti troppo stretti;

ridurre lo stress.

TRATTAMENTI MIRATI

A tutte queste buone abitudini può essere utile affiancare trattamenti specifici per ridurre gli inestetismi e contrastare la comparsa.

I più efficaci agiscono sia dall’interno con l’utilizzo di integratori formulati per favorire il drenaggio dei liquidi e rafforzare il microcircolo, che dall’esterno con creme e/o fanghi dall’effetto drenante e levigante.

Passa in farmacia per avere un consiglio mirato specifico per la tua esigenza e, Mercoledì 26 aprile potremo valutare con un’analisi termografica veloce la distribuzione e la tipologia della cellulite.

PRENOTA LA TUA ANALISI

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
Vieni a trovarci

Via Ivrea 5

Rivarolo Canavese (TO)

info@farmacentrale.com

Tel: 012429034

ORARIO APERTURA

8,30-13  15-19,30

da LUNEDì a SABATO

Seguici su:
  • Facebook
  • Google+
  • Instagram